#02 | Notiziario: il corpo fisico-eterico


Ciao a tutti e che questo “nostro” notiziario abbia inizio 🙂

Lo scopo di tale newsletter è incentivare la vostra curiosità, nonché un’ulteriore ricerca.

Quando vedete delle fiammelle 🔥 andate in internet o in libreria a cercare il materiale informativo corrispondente. Non fate un gratuito atto di “fiducia”, prendete per buono solo ciò che “risuona” accettabile nel vostro intimo e vedrete che, con il tempo imparerete a discernere a colpo d’occhio o detto in altri termini, a entrare in “risonanza”.

Qui un riassunto degli argomenti trattati nella sede di Aranno, Malcantone, Canton Ticino, Svizzera.

IL CORPO UMANO o FISICO-ETERICO
Il regno “terrestre” cui apparteniamo è composto da una regione chimica (solidi, liquidi, gas) e una regione eterica.
Possiamo pertanto definire il nostro involucro denso, un veicolo o corpo fisico-eterico.
La parte del corpo umano la studiamo a scuola (anatomia, biologia, fisiologia).
È talmente tangibile che non la mettiamo in discussione e non andiamo nemmeno a conoscere come siamo fatti, per quanto oggi in 3D vi siano dei video meravigliosi 🔥
La parte eterica invece non si studia, troppo poco “concreta” per i nostri sensi fisici.
La macchina fotografica Kirlian 🔥 però l’ha identificata, qualcuno l’ha addirittura pesata 🔥 in “21 grammi d’anima”, ma non è l’anima ad avere questa insostenibile leggerezza dell’essere, bensì il corpo vitale detto anche corpo eterico o doppio eterico.

Il corpo eterico è lo stampo.
Il corpo fisico è plasmato dal corpo eterico.
L’atomo-seme del corpo fisico è nel cuore.
L’atomo-seme del corpo eterico è nel plesso solare.
Gli atomi-seme saranno argomentati quando termineremo di presentare i corpi di cui siamo composti, al momento per alcuni di noi la questione risulterebbe troppo complessa.
Prima la base… poi l’altezza (intellettiva)

Durante un’anestesia è il corpo eterico a separarsi da quello fisico, pertanto non sentiamo dolore. Qui varrebbe la pena farsi qualche domanda in merito al trapianto di organi con anestesia 🔥 per quanto, tale decisione “altruistica” ha un impatto non da niente nel post-mortem… ma ci arriveremo, se vi va.

Quando invece “si addomenta un braccio” e percepiamo il formicolio, tale formicolio è l’innesto – il ritorno – del corpo eterico nel fisico.

Cosa è importante sapere sul corpo eterico?
Si nutre di PRANA. Tale “essenza” è recepita dal SOLE attraverso il corpo, nonché dagli alimenti “soleggiati” ingeriti. No fast food, please.

Vi racconto un episodio e vi faccio un regalo:
Come artista, sono stata invita ad aderire a un progetto per EXPO Milano 2015.
Interessante il tema Nutrire il pianeta, energia per la vita pertanto mi sono detta: “fa per me!”. Quando però mi accorsi che tra gli sponsor c’erano Mc Donald e CocaCola, delusa ho optato per un gesto artistico fuori dagli schemi: l’operazione E.X.P.O ossia Emanciparsi X Pranica Opportunità.
Di fatto, ho messo online e distribuito una meditazione guidata per nutrirsi di luce, qui trovate le coordinate per beneficiarne anche voi: www.myalurgo.ch/opere/audio e ringalluzzire il vostro corpo vitale… o perdere peso… o sentirvi sazi profondamente.

Cercate comunque online “cibi ricchi di prana” 🔥
Ritornare allo “studio” porterà innumerevoli benefici alla vostra evoluzione.

 

 

Da ultimo, vorrei aggiungere che le nostre malattie fisiche iniziano nel corpo vitale; un corpo vitale non sufficientemente aderente al corpo fisico genera non pochi problemi di salute. Il corpo vitale è sensibile alle emozioni e al pensiero… occhio (di coscienza)!

Qualsiasi lavoro “occulto” o meta-fisico o spirituale, che dir si voglia, ha inizio nel corpo vitale, in quanto i due eteri superiori sono il primo mezzo per creare il cosiddetto ELISIR DI LUNGA VITA o CORPO DI LUCE o CORPO-ANIMA.

Tale corpo non si genera attraverso difficoltosi studi esoterici o respirazioni yogiche sofisticate, bensì con il servizio altruistico e con la trasmutazione sessuale (anche il Sesto Rito è una via). A cosa serve questo Corpo di Luce? A entrare nel regno dei cieli: un regno eterico, dove la carne e il sangue non possono entrare. Uso queste frasi a metà strada tra la religione cattolica, cui siamo quasi tutti in qualche modo legati per via del Battesimo e l’esoterismo o scienza dello Spirito per instaurare un dialogo e un linguaggio adatto a tutti… ammesso che si possa 🙂

Qui uno schema per conoscere meglio le funzioni del nostro corpo vitale.

 

 

Il corpo eterico nell’uomo si estende circa 4 cm oltre il veicolo fisico.
I minerali hanno un solo etere attivo, quello chimico. Le piante ne hanno due: chimico e vitale. Gli animali ne hanno tre: chimico, vitale e luminoso parzialmente attivo, pertanto sono “sensibili” al dolore, la pianta no. Chiuso quindi il discorso sulla sofferenza della carota mangiata dal vegetariano/vegano :-)))
L’essere umano ha quattro eteri.
Il maschio ha un corpo fisico positivo e un corpo eterico negativo; la donna viceversa, motivo per il quale è più soggetta alle emozioni.
L’emorragia rossa o bianca – le lacrime – rilascia le tensioni emotive prodotte da un corpo vitale positivo, assoggettato per sua natura a un eccesso di sangue, che costringe la donna ad agire sotto l’effetto di un’enorme pressione interna, la quale infrangerebbe la struttura fisica, se non vi fossero queste due valvole di sfogo.
Vi segnalo un libro che vale la pena di leggere per approfondire l’insegnamento sul corpo eterico: Arthur E. Powell, Il doppio eterico

Le informazioni contenute nel libro sopra citato ricalcano gli studi di Teosofia, ma sono molto simili a quelli che insegnava Rudolf Steiner (Antroposofia) o Max Heindel (Cosmogonia Rosacroce) o Palamidessi (Archeosofia) 🔥 … spesso il linguaggio confonde e avere dubbi va bene, ma solo se l’incertezza è iperbolica e sprona a una maggiore ricerca; il dubbio fine a se stesso invece è paralizzante, come un vicolo cieco.

Concludendo, v’informo che le tematiche di questo notiziario sono state dibattute vis-à-vis con i partecipanti alla lezione Riti Tibetani Elisir ad Aranno, Canton Ticino (ogni giovedì sera dalle 18:30 alle 21:00).

Potete partecipare anche voi una tantum se vi va, l’investimento è di CHF 10.-; ad ogni modo vorrei aprire un ulteriore spazio di condivisione “online” con voi nel qual caso sorgessero domande o curiosità. Ci sto lavorando!

Vi abbraccio con il motto che ho scelto per noi:
INSIEME SI FA PIÙ LUCE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *